Giro dei Tre Mari

tremari

Parte domani, ma sono ormai già tutti ai nastri di partenza gli iscritti al Giro dei Tre Mari.

Una bella 3 giorni sui mari splendidi del nostro altrettanto splendido sud Italia. Un raid a detta di tutto duro ma troppo emozionante. Per chi volesse saperne di più questi i link:

http://www.vespaclubbari.it/

https://www.facebook.com/groups/50376767945/10151508102637946/?notif_t=group_activity

E un “In bocca al lupo” a Vespamodelli che spero ci terrà relazionati sugli sviluppi di questa bella “reunion”!

Annunci

7 risposte a “Giro dei Tre Mari

  1. Sono rientrato ieri alle 18 a Lecce. La tappa di ieri è stata tutta una tirata da Crotone a Bari. La nostra squadra ha confermato il suo primato ad arrivare ultima, sempre 😉

  2. La TRE STAGIONI. Questa TRE MARI la potremmo ribattezzare la TRE STAGIONI, perchè tranne l’estate abbiamo fatto ogni giorno almeno tre stagioni.
    Alla partenza da Bari era una fresca primavera frizzante che ci ha accompagnati fino a Grottole dove abbiamo trovato una magnifica accoglienza. Sulla Basentana, prima di affrontare il monte Sirino eravamo tornati in autunno inoltrato con grossi nuvoloni freddi che promettevano acqua abbondante proprio nel tratto più impegnativo. E infatti . . . appena abbiamo cominciato a salire ci siamo infilati in una nuvola e abbiamo fatto il primo bagno leggero di montagna e non di mare. Poi, per quanto ci riguarda, complice un cartello strada interrotta e un solerte automobilista ad un bivio che si impegnava a farci prendere a sinistra per valle invece che a sinistra per il passo, siamo balzati in un attimo in pieno inverno!!! A metà strada, invece di continuare a salire si scendeva, curva dopo curva si scendeva e in un tunnel di alberi ci siamo infilati in una bella nuvola incastrata tra i monti e abbiamo completato l’inzuppamento invernale. Freddo, nebbia, culi bagnati per l’inaffidabilità dei pantaloni antipioggia leggeri e visibilità quasi zero ci ha portati a finire a Lauria invece che a Lagonegro. Ma in quel bagno autunnale l’unico obiettivo era una doccia calda a scalea!!! Peccato, perché quel tratto era splendido e senza tutta quell’acqua sarebbe stato anche molto, ma molto divertente. La linearità della strada della valle del noce fino a Scalea ci è sembrata la liberazione dall’incubo di tornanti che sembravano fiumi. In uno di questi è scivolato Beppe Aversa purtroppo (forza Beppe). All’arrivo a Scalea era pieno inverno con nuvoloni neri e densi spostati dal un vento che solo in Calabria sa esprimersi in quella maniera. La mattina eravamo nuovamente in autunno!!! Niente acqua ma nuvoloni minacciosi che “smontagnavano” per andare a bagnare altra gente. Dopo il girone dantesco di Lauria e il nostro saper tirare tardi pure quando siamo primi, abbiamo evitato il passo della Crocetta per una più lineare statale. Qui siamo tornati in pieno inverno e abbiamo trovato le nuvole che vedevamo salire ma che begnignamente ci hanno graziato. Ci hanno riconosciuto. Eravamo quelli che vevano già dato a Lauria!!! A Camigliatello era improvvisamente ritornata la frizzante primavera che ci aveva accolti alla partenza e sulla crotonese si è trasfomata i primavera piena e afosa facendoci sperare benignamente in un bel caldo pomeriggio al sole in spiaggia!!! Si . . . siamo alla TRE MARI non in gita!!! A Crotone le nuvole che erano partite dal tirreno ci hanno raggiunto giusto giusto poco prima della partenza notturna. Per non stare li a guardare chi l’aveva gia presa e chi no, hanno deciso di bagnare tutti con simpartici scrosci a tempo di intensità variabile. Detto più papalmente alla cazzo. Era tornato l’autunno bizzarro e rompiscatole. Partire con il buio, come preventivato non sarebbe stato igienico, visto lo stato dell’asfalto in quella parte di 106. Ogni buca piena d’acqua al buio sarebbe diventata una trappola micidiale. La sofferta decisione di rimandare la partenza per evitare inutili pericoli, ci siamo risvegliati in piena e radiosa primavera. L’alba a Crotone è stata impagabile certezza che avevamo fatto la cosa giusta. Era ormai primavera piena che ci avrebbe accompagnato fino a Bari. Questa non è stata una TRE MARI, è stata una TRE STAGIONI. L’unica che ci aspettavamo . . . l’estate, era assente INGIUSTIFICATA!!! 😉 Alla prossima TRE . . . 😉

    Ps. Le stagioni non sono più quelle di una volta . . .

    • Come sempre piacevolissimo leggerti
      Porta i nostri auguri al mitico Peppe, che non conosciamo di persona ma di fama!
      E naturalmente mandaci qualche tuo scatto inedito della TRE … SCROSCI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...